mercoledì 29 marzo 2017

Www Wednesday #4


ome tutti i mercoledì vi presento la rubrica Www Wednesday (ideata dal blog Should be eading), che consiste nel rispondere a tre domande
- What are you currently reading (Cosa stai leggendo?)
- What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
- What do you think you'll read next? (Cosa hai intenzione di leggere dopo?)




What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)


"Sunrise" l'ho iniziato ieri sera e già dall'inizio si prospettano problemi per Alicia...
Sono curiosa di andare avanti con la lettura e scoprire cosa farà quel testone di Caden. E dopo il blocco del lettore durato qualche settimana mi ci voleva proprio! *-*




What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)


"Lacrime in collisione" mi è piaciuto e spero di scrivere presto la recensione sul blog!
Vi anticipo che Nate è il mio personaggio preferito del romanzo *-*
C'ho messo tanto a leggerlo perché andavo avanti a capitoli, per via del poco tempo e anche per colpa del tablet che mi ha lasciato sul più bello. Eh sì, posso dire addio al mio tablet.




What do you think you'll read next? (Cosa hai intenzione di leggere dopo?)



Penso che comincerò uno di questi due che mi aspettano da più di un mese, ormai.
E non vedo l'ora di iniziarli!




Oh. Allora... So che non si inizia una frase con 'allora', ma qui ci sta; altroché se ci sta. L'ultimo post che ho scritto nel blog risale a un mese fa e mi sono assentata di nuovo. Lo so. Sono sparita. Di nuovo. E non si fa. Sto diventando una cattiva blogger, ma posso spiegarvi u.u non saltate subito alle conclusioni. Sono stata impegnata con l'editing de "Le strane logiche dell'amore" e della revisione e messa a norma di un altro dei miei romanzi (non vi dico ancora qual è, sennò addio effetto sorpresa) per consegnarlo alla casa editrice. Ho avuto il mio bel da fare, ma siccome non mi faccio mancare niente ho completato anche una novella collegata alla serie di libri che sto scrivendo. Tra un libro e l'altro sto anche cercando di studiare per un esame, ma detto tra noi "Non ce la faccio a fa' tutto". 😥 Vorrei - tantissimissimo, aiutatemi a dirlo - riuscire a fare tutto e ci sto provando con tutte le mie forze, ma le giornate sembrano sempre più corte ogni giorno che passa. La mattina sembro una zombie con la febbre, anche se con una buona dose di caffè torno come nuova, o quasi. 
Mi è sempre più difficile ritagliarmi del tempo per leggere libri, ma non voglio rinunciare ai librini che ho in wish list e neanche al blog, quindi stare al passo sarà una vera e propria impresa. L'importante è provarci, giusto? ^^ 
Bene, queste sono le ragioni per cui latito sul blog. Aggiungeteci un po' di stress e nervosismo per l'imminente pubblicazione e voilà! Tania Pazza Paxia risponde all'appello. Oddio, sto delirando u.u Mi sa che mi serve una vacanza.
Orduuuuunque, torniamo a noi: un po' più su ↑↑↑ avete visto le mie letture di queste settimane, voi che mi dite? Avete letto qualcosa di bello e che mi volete consigliare?
Un mega saluto!
Tania ♥

mercoledì 1 marzo 2017

[Recensione] Aki il Bakeneko di Stefania Siano

Salve a tutti!
Come state? Oggi avrei dovuto pubblicare la rubrica del mercoledì con tutti gli aggiornamenti sulle mie letture passate, presenti e future, ma anche questa settimana non ho fatto progressi. Sono reduce da alcuni giorni piuttosto impegnativi e me ne aspettano altri, soprattutto in questa settimana. Ma per il momento vorrei un po' dimenticarmi di tutte le cose che ho da fare e concentrarmi solo sui libri. E quale occasione migliore per scrivere una recensione (in arretrato, ahimè)? Vi avevo già presentato questa chicca qualche settimana fa e l'ho letto quasi subito perché mi ha incuriosito particolarmente! Trovate anche tutte le info qui di seguito:


Titolo: Aki il Bakeneko (Vol. 1)
Autore: Stefania Siano
EditoreAutopubblicato
Genere: Racconto Fantasy (orientale)
Pagine: 86
ASINB01MY8KLI1
ISBN978-1539614043
Data di uscita: 14 gennaio 2017 
Prezzo: 1,49€ (ebook) - 8,84€ (cartaceo)


Trama
Aki è un bakeneko, un demone-gatto e si nutre di esseri umani, assumendone le sembianze.
Un giorno si ritrova nel corpo di un ragazzino di nome Hiroshi.
Trascinato suo malgrado nel mondo degli umani, Aki incontra un'amica di Hiroshi, la dolce e testarda Yoko, e per la prima volta assapora il calore di una famiglia e il valore dell'amicizia.
Ma quanto può durare?
In una Tokyo misteriosa, popolata di creature fantastiche e antichi misteri, Aki il Bakeneko si ritroverà a combattere per salvare una leggendaria pergamena, l'unico oggetto che può condurlo alla verità sull’oscura scomparsa di suo padre.

Recensione
Appena ho letto la trama mi si sono illuminati gli occhi; primo perché adoro i gatti :3 e secondo sono una patita dei fantasy particolari con ambientazione estera. Non so perché, ma ho letto pochi fantasy ambientati in Italia che mi siano veramente, ma veramente, rimasti impressi. Oh, non è colpa mia. Magari non ho letto quelli giusti, eh, per carità. Però, diciamo che per una questione di gusti, prediligo quelli stranieri.
In questo caso la storia si svolge in Giappone. Non vorrei sbagliarmi, ma non ricordo di aver letto molti libri ambientati in Giappone, se non guide turistiche, culinarie, saggi, romanzi di narrativa contemporanea e, ovviamente, i miei adorati manga (Yu Yu Hakusho - Yu degli spettri per citarne uno).
All'inizio Aki appare come un bakeneko, ovvero un demone che si ciba degli esseri umani, assumendone le sembianze. Anche se lui preferisce tenere un profilo basso e non attirare troppo l'attenzione per non rischiare di mischiarsi tra i comuni mortali. In effetti, Aki più che non volersi mescolare con gli umani, non vuole affezionarsi a nessuno: a lui piace starsene da solo, in disparte, senza troppi problemi o preoccupazioni di alcun genere.
Una delle sue poche conoscenze si chiama Amaya, ed è una Nekomusume (versione femminile del termine Bakeneko), ma lei ha una diversa filosofia di vita perché, oltre a nutrirsi di umani, non solo prende le sembianze del "pasto" del giorno, ma anche lo stile di vita e si comporta da umana in tutto e per tutto. Aki, invece, si limita a nutrirsene e basta.
Fino a quando si trova intrappolato in una strana situazione ed è costretto a mantenere le sembianze di un bambino, Hiroshi. Solo che Aki, un po' per inerzia e un po' per comodità, decide di mantenere le sue sembianze, fino al momento giusto.
Nel frattempo passano gli anni e Aki, ormai adolescente, si è ambientato così tanto nella famiglia del vero Hiroshi, che decide di rimanere in pianta stabile, frequentare la scuola e i suoi nuovi amici, in particolar modo Sara, una ragazza straniera dagli occhi azzurri, molto diversa e con molte difficoltà a relazionarsi con gli altri compagni. Ma lui è un bakeneko e sa cosa vuol dire essere diversi dagli altri. Chi meglio di lui può capirla? Soprattutto perché sente qualcosa di più forte verso quella ragazza. Qualcosa che ancora non sa spiegarsi.
Però la famiglia di Sara nasconde e custodisce un segreto...
E' stata una lettura piacevole e a tratti ironica, soprattutto durante i continui punzecchiamenti tra Aki e Amaya, gelosissima di Sara e delle attenzioni che Aki ha nei suoi confronti.
Sono molto felice di averlo letto. Lo vedrei bene anche in versione Manga. Mi è piaciuto davvero tanto e non vedo l'ora di poter leggere il continuo... perché Aki in questo racconto è riuscito a capire una cosa fondamentale su suo padre, ma mi piacerebbe saperne di più.

Valutazione
Cover: 7
Stile: 7.5
Trama: 8





Voi lo avete letto? Avete intenzione di leggerlo? Fatemi sapere!
A presto,
Tania

martedì 21 febbraio 2017

[Recensione] Le scarpette di cristallo sono esaurite di Roberta Lippi

Buonsalve a tutti!
Rieccomi apparire dopo giorni e giorni. Sono io, tranquilli. Sempre io e con lo stesso stress di sempre. Stress stress ovunque. Ormai sono diventata una 'camomillomane', ma neanche quella sembra fare più effetto.
Perdonate la mia assenza, ma ho troppe cose da fare in questo periodo e ho trascurato il blog. Recupero subito il tempo perduto con una recensione in arretrato! Sto parlando del nuovo romanzo di Roberta Lippi. Qui sotto trovate tutte le info e a seguire la recensione:

TitoloLe scarpette di cristallo sono esaurite (Manuale per le ragazze che non si fanno i film)
AutoreRoberta Lippi
EditoreImprimatur
Genere: Narrativa rosa (Saggi)

Pagine160
ASIN: B01N0TBICX
ISBN: 978-8868305130
Data di uscita12 gennaio 2017 
Prezzo: 6,99€ (ebook) - 14€ (cartaceo)
Amazon

Trama
I tempi sono cambiati, ma il sogno del grande amore resta uno degli obiettivi più importanti per le donne di tutte le età. Eppure le relazioni sembrano essere un disastro. Quando ci si innamora, ci si innamora di brutto. E si va in fissa, parecchio. Così il potenziale fidanzato scappa, regolarmente. Serve metodo e consapevolezza.
Dal primo appuntamento fino all’addio, alcune regole fondamentali per insegnare alle donne
cosa fare perché sia per sempre. «Perché innamorarsi è l’unica cosa giusta da fare, quando si
ha davanti la persona giusta. Nel mentre, però, è fondamentale evitare il più possibile di farsi i film sulle persone sbagliate: per non perdere tempo e speranze».
Un manuale per le donne che sanno affrontare la vita con autoironia, ma quando si tratta di
uomini hanno deciso di non sbagliare più un colpo.

Recensione
Prima di tutto ringrazio la casa editrice Imprimatur per avermi inviato la review copy. Grazie mille!  
La prima cosa che ho pensato quando ho letto il titolo è stata: *risata* Tanto lo sapevo che prima o poi sarebbero finite. *altrarisata* Io faccio, ho sempre fatto e sempre farò affidamento sulle Converse, così vado sempre sul sicuro! A parte gli scherzi, mi sono divertita molto a leggerlo e a ripercorrere le varie fasi in 'capitoli' della vita di un amore: come nasce (se nasce), come si evolve, quali sono le regole da seguire e quando non è il caso di seguirle, i film mentali, la realtà che è ben diversa dalla finzione, il primo appuntamento, chi deve chiamare chi, attenzione ai segnali e ai piccoli dettagli che rivelano il vero carattere e la vera natura delle persone, le liti, il fidanzamento (nel caso vada tutto bene), la rottura (nel caso vada malissimo), il matrimonio (nella migliore delle ipotesi), la separazione (nella migliore delle peggiori delle ipotesi).
Questo è un libro presentato come 'manuale' al femminile, ma secondo me farebbero bene a leggerlo anche i maschietti, che magari capiscono qualcosa in più su ciò che pensiamo noi, dico in generale, giusto per farsi un'idea, eh. Perché a volte NON basta un "cavo". Devo dire che mai paragone fu più azzeccato di questo.

"Gli uomini hanno una sola soluzione in testa:
le cose sono semplici, vanno dal
punto A al punto B. Non c’è bisogno
di impazzire, basta collegare i due punti.
Basta un cavo.
Se invece non si possono collegare,
non si collegano, e si passa oltre.
Per quello ci incazziamo.
"

La scrittura è molto scorrevole e molto confidenziale, tanto che sembra che una vocina (sapete quella della vostra coscienza - grillo parlante) vi sussurri le parole all'orecchio durante la lettura.
L'ironia non manca di certo e alcune volte è così forte da strappare più di un sorriso, rendendo tutto più spensierato. Non manca la parte un po' più oscura, quando c'è un piccolo accenno all'aggressività all'interno di un rapporto (che magari all'inizio non si manifesta).

"L’aggressività non è un momento,
non è un “ho sbagliato”, non è un moto di nervosismo.
L’aggressività è una nota conficcata profondamente
dentro l’anima, una rabbia repressa,
una violenza insopportabile.
"

Andando avanti i capitoli diventano molto esilaranti soprattutto quando l'autrice parla della parte 'fisica', i primi approcci, il desiderio reciproco, ma anche quando ci si trova nella situazione di voler allontanare qualcuno senza farlo soffrire. La soluzione suggerita dall'autrice mi pare davvero efficace e da prendere in considerazione seriamente (se qualcuno di voi si trovasse nella situazione di dover far scappare l'altro perché non avete il coraggio di mollarlo e basta, anche io vi consiglierei questa strategia):

"Se non ne puoi più, digli che lo ami.
Digli che lo ami e vuoi sposarlo e stai andando in agenzia
a cercare la casa che lui pagherà, dove vivrete insieme
e crescerete i vostri figli. Quasi certamente sparirà
e non ne sentirai più parlare.
"


Insomma, ci sono aneddoti di tutti i tipi e per tutti i gusti, fino ad arrivare a un messaggio importante: tutti siamo gli artefici delle nostre vite e come tali possiamo decidere di cambiare strada, tornare indietro, continuare e andare avanti sempre e comunque, accostare per prendersi del tempo o per fare 'rifornimento' per l'anima e rigenerarsi, persino prendere la prima uscita così, tanto per vedere dove ti porta. Ma la cosa importante è che siamo noi a deciderlo e non qualcun altro che lo ha fatto per noi. ;)
Almeno è questo il messaggio che ho recepito da questo libro. Poi ognuno ci vedrà qualcosa di diverso, sicuramente, perché i punti di vista sono differenti.

Valutazione
Cover: 7
Trama: 7.5
Stile: 8




Una lettura leggera (ma che fa riflettere) e ironica per trascorrere qualche ora con il sorriso sulle labbra. :D
A prestissimo,
Tania

mercoledì 15 febbraio 2017

Www Wednesday #3




Come tutti i mercoledì vi presento la rubrica Www Wednesday (ideata dal blog Should be reading), che consiste nel rispondere a tre domande:
- What are you currently reading (Cosa stai leggendo?)
- What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
- What do you think you'll read next? (Cosa hai intenzione di leggere dopo?)




What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)


Ieri sera sono arrivata a metà e poi non sono riuscita a proseguire perché si è scaricata la batteria del tablet. Odio le batterie. u.u
Mi stava anche piacendo e poi *schermonero*. Stasera lo continuo.



What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)

Aki il Bakeneko ve lo consiglio se siete appassionati di fantasy e manga! Troppo carino.
Le scarpette di cristallo sono esaurite è un manuale ironico che riporta un po' di esperienze collettive, sia dell'autrice che dei suoi conoscenti che le hanno suggerito degli aneddoti anche piuttosto divertenti.
Una fredda mattina d'inverno è lentissimo all'inizio e pure a metà. u.u
Poi ho capito che noi lettori vogliamo conoscere i personaggi per addentrarci meglio nelle storie, ma qui si esagera.
Sto lavorando alle recensioni di tutti e tre. Arriveranno in settimana.



What do you think you'll read next? (Cosa hai intenzione di leggere dopo?)



Shinigami & Cupcake mi ispira davvero tanto e spero di leggerlo presto.
Onde di Velluto mi è arrivato l'altro giorno e mi sono innamorata della trama già dalle prime righe. Non mi accade spesso, quindi l'ho preso al volo. Anche perché so che Chiara scrive benissimo (ho letto da poco il suo Lezioni di seduzione. Qui la recensione).




In queste settimane non ho avuto molto tempo per scrivere sul blog, ma vedrò di recuperare con qualche recensione in arretrato. Sto ultimando di scrivere una novella di una serie che è attualmente in valutazione presso la casa editrice e quindi gli ultimi capitoli richiedono una particolare attenzione. In pratica dedico tutto il mio tempo libero a questa novella e mi rimane qualche ora la sera per leggere. Spero di riuscire a finirla presto, così da potermi dedicare ad altro. :)
Voi che mi dite? Quali sono le vostre letture?
Un abbraccio,
Tania

giovedì 2 febbraio 2017

[Recensione in anteprima] L'isola di Alice di Daniel Sánchez Arévalo

Buongiorno a tutti!
Ho terminato da pochi giorni la lettura del romanzo "L'isola di Alice" di Daniel Sánchez Arévalo. Una lettura che mi ha appassionato sin da subito! Segnatevi questa data: 9 febbraio 2017, perché quel giorno dovrete assolutamente fiondarvi su questo romanzo. Non ve ne pentirete. Vi lascio qualche info e, di seguito, la mia personalissima opinione. ^^

Titolo: L'isola di Alice
Autore: Daniel Sánchez Arévalo
Editore: Nord
Genere: Narrativa/Giallo
Pagine: 501
ASIN:  B01NBKNBP7
Data di uscita: 9 febbraio 2017
Prezzo: 9,99€ ebook - 16,90€ cartaceo

Amazon (già in preorder)

Trama
Un minuto dopo la mezzanotte, il mondo di Alice va in frantumi. Un attimo prima lei era a casa, serena, in attesa che Chris tornasse da Yale, dove si era recato per un importante incontro di lavoro. Un attimo dopo il telefono squilla e una voce gentile le annuncia che suo marito è morto in un incidente d'auto. E, all'improvviso, Alice si ritrova sola con una figlia di sei anni e un'altra in arrivo. A poco a poco, però, un'altra informazione si fa strada fra il dolore e lo sconcerto: quella voce gentile ha detto che la macchina di Chris non era nei pressi di Yale, bensì da tutt'altra parte, sulla strada che porta a Robin Island, un’isoletta vicino a Nantucket. Perché Chris le ha mentito? Cos'altro le ha tenuto nascosto? Possibile che il loro matrimonio fosse una menzogna? Alice ha bisogno di risposte e sa di poterle trovare solo su Robin Island. Quindi abbandona tutto, si trasferisce sull'isola e comincia a indagare. Ma ben presto si renderà conto che, in quella piccola comunità, tutti hanno dei segreti e che le bugie sono come massi che la stanno trascinando in un abisso di ambiguità e tradimenti. Un abisso in cui Alice rischia di annegare…

Recensione
Prima di tutto ringrazio la Casa Editrice Nord per avermi inviato la review copy de "L'isola di Alice" in modo che potessi leggerlo e recensirlo in anteprima!
Già dall'estratto (pochi capitoli) si capisce che dietro la morte di Chris, il marito di Alice, c'è qualcosa che non torna, perché Chris è morto in un incidente d'auto, ma non si trovava dove aveva detto di essere. Ad Alice aveva detto di essere appena partito da Yale e invece ha avuto l'incidente altrove, in una località distante sia dalla loro casa, che da Yale, dove Chris si trovava per lavoro.
Alice, invece di demoralizzarsi, di deprimersi e di versare lacrime su lacrime, decide di  scoprire il motivo per cui suo marito si trovava in un altro luogo al momento della morte.
Ho apprezzato molto la forza di questa protagonista e la sua voglia di scoprire la verità, il segreto-mistero di Chris, seppure si ritrovi ad affrontare un lutto, l'attesa della seconda bambina (Ruby) e il trauma della figlia di sei anni (Olivia) che dopo la morte del padre incomincia a manifestare degli atteggiamenti e dei disturbi ossessivo-compulsivi come contare gli oggetti in modo da non perderne nessuno, oppure non dire mai 'Ciao', ma 'A domani', per avere una continuità temporale e la sicurezza di incontrare di nuovo la persona alla quale aveva rivolto il saluto. Insomma, Alice dovrà affrontare molte prove e molti ostacoli durante la sua 'caccia al tesoro'. Infatti, grazie all'intuizione di seguire il percorso dell'auto del marito attraverso le immagini e i video delle telecamere di sicurezza installate nell'area di una stazione di servizio, riesce a ricostruire gli spostamenti fino a un certo punto. Quel punto si ferma proprio nei pressi di un porto ed è lì che trova altri indizi: un'auto grigia, due chiavi, un traghetto.
Per far questo si ritrova a dover sborsare fior di quattrini per farsi dare le registrazioni delle telecamere a circuito chiuso. Quei soldi provengono dall'assicurazione sulla vita di Chris-Christ (quando leggerete il libro capirete anche perché Alice lo chiama così) e Alice li investirà quasi tutti nella sua ricerca, improvvisandosi addirittura investigatrice. Una buona parte andrà in attrezzature, come fotocamere ad alta risoluzione con sensori di movimento e visione notturna, videocamere spia e via dicendo. L'unico modo che lei ha di poter raggiungere il suo scopo è di ripercorrere gli ultimi anni della vita di Chris, passo per passo, fino ad arrivare alla conclusione che il marito che tanto amava le ha mentito per più di due anni, diventando 'invisibile' per dei brevi periodi all'anno.
Chris è spesso fuori per lavoro e Alice non si era mai accorta delle sue piccole deviazioni. Le crolla il mondo addosso; tutte le sue certezze non esistono più; la sua vecchia vita, quella vissuta fino a quel momento, non esiste più.
Nonostante i dubbi, le paure e le responsabilità di madre, Alice, riesce a capire dove 'spariva' suo marito, ovvero il luogo nel quale lui trovava un rifugio anche se per pochi giorni. Robin Island.
Un'isoletta nella penisola di Cape Cod, nella quale tutti sanno tutto di tutti. Ma sarà davvero così? Forse lì tutti possono conoscere tutti in modo superficiale, ma non a fondo, dove si celano i segreti inconfessabili. Anche in una piccola località claustrofobica possono nascondersi dei grandi o dei piccoli segreti, dipende dai punti di vista e dalla buona o cattiva fede delle persone.
E voi direte, bene. Ha scoperto dove andava/tornava suo marito. Quindi? Ci hai spoilerato tutto. No. Questo è soltanto l'inizio, perché la vera caccia comincerà sull'isola. Alice farà di tutto per farsi benvolere da tutti, riprendendo il cognome da nubile per non attirare troppo l'attenzione.
A questo punto Alice vaglia tutte le ipotesi possibili.
Perché Chris era sull'isola? Cosa faceva sull'isola? Chi conosceva lì? Era lì per lavoro? Per incontrare qualcuno? Per scoprirlo, Alice, dovrà non solo infiltrarsi nelle vite altrui, ma rischierà anche di distruggere per sempre degli equilibri già fragili e precari ancor prima del suo arrivo.
Per quanto riguarda lo stile è scorrevole, narrato in prima persona da Alice, in modo tale che il lettore possa entrare in sintonia con la protagonista e la storia, osservando le stesse cose che vede lei e avvertire le sue stesse paure e le sue stesse sensazioni.
Sicuramente uno dei migliori gialli letti nell'ultimo periodo, anche se mi sarei aspettata un finale col botto. Non che sia rimasta delusa, ma durante il romanzo mi sono soffermata spesso a fare delle congetture che venivano smentite puntualmente dopo qualche scoperta o dopo qualche avvenimento. Questo è senz'altro un punto a favore, perché non mi sarei mai aspettata un finale del genere, ma avrei preferito qualcosa di diverso e di sconvolgente. Quel che è certo è che ne rimarrete stupiti! Sono sicura!
Avrei assegnato volentieri cinque diamantini, ma sul finale - come ho accennato - ha 'perso' quel qualcosa, quell'attrazione, che mi aveva catturato all'inizio e tenuto incollata alle pagine con la curiosità di sapere il mistero attorno al quale si è sviluppata tutta la trama. Ero praticamente inglobata nella storia, pazzesco!
Personaggi: reali e tangibili, con una gestualità, delle movenze, un linguaggio - sia parlato che non verbale - caratteristico. Sono facilmente individuabili ogni volta che dicono o fanno qualcosa. Olivia, la figlia di Alice e Chris, in modo particolare. E anche Antonio, il rifornitore di 'articoli da spia', con il suo accento spagnolo e i suoi errori buffi di grammatica.
Lettura insolita, curiosa, ironica (in certe occasioni), all'insegna della ricerca continua di una spiegazione, che a volte può essere più semplice di quanto si pensi.



 1/2


Sono rimasta davvero sorpresa da questo libro. Ve lo consiglio assolutamente se siete alla ricerca di una lettura affascinante e piena di intrighi e, perché no, anche di pettegolezzi e voci portate dal vento...o intercettate nell'aria. XD
Buona lettura!
Tania

mercoledì 1 febbraio 2017

Www Wednesday #2




Come tutti i mercoledì vi presento la rubrica Www Wednesday (ideata dal blog Should be reading), che consiste nel rispondere a tre domande:
- What are you currently reading (Cosa stai leggendo?)
- What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)
- What do you think you'll read next? (Cosa hai intenzione di leggere dopo?)




What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?)


"Una fredda mattina d'inverno" l'ho quasi finito, ma ancora non so bene cosa pensare. Devo ragionarci un po' su. 
"Le scarpette di cristallo sono esaurite" è una lettura carina, molto ironica. Sono arrivata più o meno a pagina 50. 
Ho altri due libri in lettura, ma non sono riuscita ad andare avanti. Piano piano ci riuscirò, abbiate fede XD




What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?)

"L'isola di Alice" l'ho letto in anteprima e mi è piaciuto veramente tanto. Tra oggi e domani arriverà la recensione. 


What do you think you'll read next? (Cosa hai intenzione di leggere dopo?)

Di Aki ho già sbirciato le prime pagine XD ma rimando la lettura a stasera perché ho troppi libri da finire.
"Lacrime in collisione" mi sono resa conto che è tantissimo tempo che ce l'ho e penso sia arrivato il momento di leggerlo. 



Duemila cose da fare, di sicuro prima o poi mi dimenticherò anche la testa. XD
Quali sono state le vostre letture della settimana? Quali libri state leggendo e quali avete intenzione di leggere? Avete qualche consiglio?
Troppe domande XD quando sono nervosa mi capita spesso di sparare parole a raffica. E' del tutto normalisssssimo. 
Vi mando un abbraccio e a presto,
Tania

martedì 31 gennaio 2017

Segnalazione #46 Razov (Deceptive Hunters Series #2) di Giovanna Roma

Buonsalve lettori! ^^
Questo penso sia il terzo o il quarto post di seguito che pubblico! Un vero record, perché ultimamente non avevo aggiornato granché questo piccolo angolino. Ho fatto di tutto per organizzarmi la giornata e ritagliare un piccolo spazio per scrivere anche solo un post programmato. Mi mancava troppo spulciare tra le nuove uscite, leggere anteprime e scrivere recensioni. E anche le segnalazioni! Il che ci porta proprio all'argomento di oggi. 
Vi presento il nuovo romanzo della serie Deceptive Hunters di Giovanna Roma: Razov. E' il seguito di Adam che vi avevo presentato tempo fa in questo post.

Titolo: Razov
Serie: Deceptive Hunters Series #2
Autore: Giovanna Roma
Editore: Autopubblicato
Genere: Dark Romance
Pagine: 300
ASIN
B01N7SYNLP
Data di uscita: 17 gennaio 2017
Prezzo: 1,99€ (ebook) 

Amazon - iTunes - Kobo - GooglePlay

Pinterest - Blog - Goodreads - Twitter - Facebook - Gruppo Facebook - Google+ - Youtube - Pagina Amazon

Trama
Poche cose mi interessano davvero: le banconote di grosso taglio e le armi. Tutto quello che non è compreso in queste due categorie, è tagliato fuori.
Lisa Petrova rientrava nella seconda.
Era la scelta per sbaragliare la concorrenza e rafforzare il mio Impero. Era la garanzia di un caricatore d'arma d'assalto a vita.
Poi mi è esplosa tra le mani. La sicura che la conteneva si è sganciata. Inganni e segreti sono saltati in aria. Il mondo di entrambi si è capovolto. Strano a dirsi, ma non potevamo essere più distanti di così.
Era convinta che fossi il mandante della Morte, mentre io concedo, ai popoli in lotta, il potere di difendersi.
Se non lo credete, avete un'errata concezione di ciò che è giusto e sbagliato.
Permettetemi di aggiustarvi. 


Booktrailer





Guardate il booktrailer perché sembra proprio quello di un film! Mi incuriosisce parecchio, devo dire, anche se non è un genere che leggo spesso. Voi che ne dite? Fatemi sapere! 
A presto,
Tania

lunedì 30 gennaio 2017

Segnalazione #45 Shinigami & Cupcake di Francesca Angelinelli

Buongiorno e buon inizio settimana! ^^
Avete trascorso un bel weekend? Sabato mi sono presa una pausa e sono andata al Mugello. La Ferrari 488 GTB è qualcosa di mostruoso O.o Ho avuto occasione di vederla nella versione grigia scura (quasi nera) e penso sia qualcosa di micidiale. Scusate, ma invidio tanto mio papà che l'ha guidata in pista. Poi ho avuto occasione di osservare dei dettagli nel box che mi serviranno in futuro per scrivere qualche altro libro.
Vabbè, non mi perdo in altre ciarle, ma vado a presentarvi subito il nuovo romanzo di Francesca Angelinelli che esce proprio oggi!



Titolo: Shinigami & Cupcake
Autore: Francesca Angelinelli
Editore: Genesis Publishing
Genere: Urban Fantasy/Fantasy orientale
Pagine: 520
ASIN: B01N5SMSQV
Data di uscita: 30 gennaio 2017
Prezzo: 3,99€ (ebook)
Amazon

Facebook - Twitter - Sito

Trama
Minami è una giovane e promettente pasticcera, che sceglie di trasferirsi a Tokyo per crescere professionalmente. Ma la vita nella Capitale si rivela fin da subito più avventurosa di ogni sua aspettativa. Le giornate di Minami non saranno scandite solo dalla preparazione di deliziosi cupcake al cioccolato, ma anche dalla caccia al demone che perpetrando riti occulti sacrifica giovani donne che come lei hanno il potere di interagire con i defunti. Affianco a Minami, per riportare l’equilibrio nel mondo degli spiriti, vi sarà uno shinigami ribelle e innamorato, totalmente incurante delle regole poste dal signore dell’aldilà.
Tra avventure al limite dell’impossibile, sentimenti improvvisi, sacrifici crudeli e nuove amicizie, Minami scoprirà che nulla accade per caso e che l’Amore è l’unica forza in grado di sconfiggere il Male.





"Bastava un secondo perché la luce dei suoi occhi color rubino diventasse scura, come sangue, rivelando una creatura di cui non era ancora del tutto certa di potersi fidare".


A me ispira tantissimo! Sarà che tutto ciò che riguarda l'oriente ha qualcosa di particolare e misterioso, ma dalla trama sembra parecchio interessante! ^^
Spero di leggerlo presto e ringrazio Francesca per avermi inviato una review copy. Poi non trovate che abbia una cover simpaticissima? 😂😂😂
Voi che ne dite? Fatemi sapere!
A presto,
Tania

domenica 29 gennaio 2017

[Recensione] Lezioni di seduzione di Chiara Venturelli

Buonsalve a tutti! ^^
Come state? Io sono ancora un po' raffreddata...non se ne vuole più andare questo raffreddore. Sigh sigh. Queste temperature non sono l'ideale, ma per fortuna in questi giorni è stato meno freddo.
Ad ogni modo, il libro che ho letto scorsa settimana e che vado ora a presentarvi, penso che ci infonderà un po' della sua atmosfera calda e avvolgente come un abbraccio! Vi lascio tutte le info:


Titolo: Lezioni di seduzione
Autore: Chiara Venturelli
Editore: Centauria Libri
Genere: Narrativa Rosa
Pagine: 293
ASIN:  B01G5DSURU
Data di uscita: 26 maggio 2016
Prezzo: 4,49€ ebook - 9,90€ cartaceo

Trama
Iscriversi al corso di teatro è stato un errore. Ma vedersi assegnare il ruolo di Catherine, la protagonista, è una vera catastrofe per Elizabeth. Soprattutto perché la «star» maschile è Jack: bello, brillante, popolare. Tutto il contrario di lei, insomma, e come se non bastasse un vero stronzo. Tra i due volano subito le scintille, e la commedia romantica Lezioni di seduzione sembra un disastro annunciato.
Quando ci si mette di mezzo la magia del palcoscenico, però, chi può dire cosa succederà? Pian piano, mentre la dolce e maliziosa Catherine conquista il suo William, le cose tra Elizabeth e Jack cominciano a cambiare, la finzione e la realtà si intrecciano. Complici una visita in famiglia a dir poco pericolosa, un’amica determinata, un ex fidanzato insistente e almeno due scomodi triangoli sentimentali, i colpi di scena sul palco e fuori si susseguono in un crescendo di equivoci. Che porteranno l’eroe e l’eroina a interrogarsi sui propri veri sentimenti, fino alla sera di una prima all’insegna dell’«improvvisazione»…
Un romanzo dolce, trascinante e divertente che mette in scena, è il caso di dirlo, le domande più profonde di ogni relazione: chi siamo quando ci innamoriamo, e di chi ci innamoriamo veramente? Forse anche la passione è un palcoscenico, e gli uomini e le donne soltanto attori? E, soprattutto, cosa sarebbe un grande amore senza qualche colpo di scena?

Recensione
Prima di tutto una domanda: perché ho aspettato tanto a leggere questo libro?
Eh, ahimè, non ne ho idea. A mia discolpa va il fatto che sono stata distratta da taluni avvenimenti fuori dal mio controllo e dalla scrittura, che non mi permette molte distrazioni, se non per ricerche e viaggi inter-mondiali su googlemap. Ne ha risentito la lettura e me ne dispiace. Il tempo libero si è ridotto a poche ore la sera, ma dopo qualche capito crollo sempre sui libri lunga e distesa. Leggere al calduccio sotto le coperte non facilita le cose XD
E questo ci porta al libro in questione, che nonostante la stanchezza sono riuscita a finire in tempi brevissimi, in meno di un weekend. Jack e Liz mi hanno fatto passare delle ore in ottima compagnia e non avrei mai voluto lasciarli alla fine. 
Mi sorge una domanda impellente. Anzi, più che domanda è una vera e propria richiesta: ti prego, Chiara, scrivi ancora di loro due! Ti prego, ti prego, ti prego, ti prego! Potrei andare avanti delle ore, eh. 👀
Dunque, il libro fondamentalmente ruota attorno a uno spettacolo teatrale, intitolato per l'appunto "Lezioni di seduzione". Già da qui, l'idea mi era piaciuta tantissimo ed ero curiosa di sapere come si sarebbe svolta l'intera vicenda e come i personaggi si sarebbero comportati nella vita di tutti i giorni, durante le prove in "privato" e sul palcoscenico. A un certo punto per i due protagonisti sarà difficile tenere separate la vita di tutti i giorni da quella da attori, con un copione e delle battute da seguire. Si mescoleranno un po' le carte, insomma, fino a che Liz (nel ruolo di Catherine) e Jack (nei panni del bel William) faranno fatica a capire il limite oltre al quale spingersi tra palco e realtà; quando ci sono in gioco dei sentimenti, delle sensazioni, è difficile fare distinzione tra le due cose: quelle sensazioni erano dovute solo alla "magia" del teatro, oppure c'era qualcosa di vero e sentito in quelle battute che si scambiavano? Direi che Jack e Liz, durante il loro percorso, avranno di che parlare e soprattutto dovranno riflettere sui dubbi nel voler dividere le due "vite" senza implicazioni di alcun genere. Della serie: quello che avviene sul palco, resta sul palco. Ma sarà davvero così?!
A complicare le cose ci si mette un viaggio inaspettato, a casa dei genitori di Liz, che per un malinteso credono che Jack sia il suo fidanzato. In realtà, Liz, lo porta con sé anche per un altro motivo che ha a che fare con la gelosia, ma non posso dirvi di più. Vi anticipo soltanto che ne vedrete delle belle! Questo è assicurato.
Un'altra osservazione sullo stile: l'autrice si sofferma molto nelle descrizioni dei sentimenti e dei pensieri dei protagonisti, cosa che mi ha fatto molto piacere perché non in tutti i libri questa parte viene sviluppata. In questo modo i personaggi hanno praticamente preso vita ed era un po' come essere lì con loro.
Appena ne avrò l'occasione lo prenderò anche in formato cartaceo perché è stata davvero una lettura deliziosa! Sicuramente uno dei romanzi più coinvolgenti e ironici che abbia letto da qualche mese a questa parte.
Personaggio degno di nota: il "pazzo" (professore di recitazione al college), che ha dato il ruolo della protagonista femminile a Liz. Senza di lui, probabilmente, non sarebbe successo niente. O magari sì. Chi può dirlo.

Valutazione
Cover: 8
Trama: 7.5
Stile: 8



Quattro stelle meritatissime. Ormai lo consiglio a tutti quelli che conosco XD
Non vedo l'ora di leggere anche il nuovo romanzo di Chiara, che uscirà in tutte le librerie il 9 febbraio. *-*
Voi che ne pensate? Lo avete letto? Avete intenzione di leggerlo?
Un saluto,
Tania