lunedì 10 ottobre 2016

Mini-recensioni #1 Come ci frega l'amore - L'amore è uno sbaglio straordinario - L'abbazia dei Cento Peccati

Buon pomeriggio a tutti!
Ho notato che avevo un po' di recensioni in arretrato e ho deciso di aggregarle tutte in un unico post. Sono due romanzi e una novella editi dalla stessa casa editrice (Newton Compton). Scopriamoli nel dettaglio:

TitoloCome ci frega l'amore (novella)
Autore: Lucrezia Scali
EditoreNewton Compton
Genere: Narrativa (Rosa)

Pagine: 62
ASIN: B01DF1BF3G
Data di uscita: 5 aprile 2016 
Prezzo: 0,99€ (ebook)


Trama
Fiamma ha trent’anni, è determinata e ama molto il suo lavoro. Insieme a Mia gestisce una tra le più importanti cliniche veterinarie di Torino. A differenza di Mia, Fiamma è estroversa, non trascura la vita sociale ed è nota per le sue relazioni mordi e fuggi. Nella sua vita non c’è spazio per il vero amore, anzi, sembra proprio poco interessata all'argomento. Nella clinica però c'è un nuovo collega, Antonio. Bello, intelligente, sfacciato e presuntuoso. Nonostante Fiamma ne sia attratta, non intende lasciarsi coinvolgere. Eppure, quando i genitori di Antonio decidono di rinnovare la promessa di matrimonio alle Bahamas e invitano il figlio, sperando di vederlo in compagnia, Antonio chiede a Fiamma di prestarsi a fargli da fidanzata per l'occasione. E Fiamma accetta. Ma una volta lì le cose si complicano non poco…

Mini-recensione
Ho letto questa novella qualche mese fa, poco dopo l'uscita. Ed è una storia molto carina, scorrevole, da leggere in poche ore. Forse l'espediente della finta fidanzata è un po' troppo usato nei romanzi di genere rosa, ma non per questo rende questa storia uguale alle altre. Ciò che importa è il come viene raccontata una storia e la capacità dell'autrice di rendere unico ciò che scrive. E questo è sicuramente uno dei punti di forza di questo racconto che vede Fiamma e Antonio punzecchiarsi in battibecchi esilaranti, fin quando a stuzzicare ancora di più la vicenda compare l'ex di lui... e allora le cose si fanno davvero interessanti.
Consigliata!







TitoloL'amore è uno sbaglio straordinario
Autore: Daniela Volonté
EditoreNewton Compton
Genere: Narrativa (Rosa)

Pagine: 273
ASIN: B0118G2PU2
Data di uscita: 27 agosto 2015
Prezzo: 2,99€ (ebook) - 9,90€ (cartaceo)

Trama
E se all’improvviso un estraneo facesse irruzione nella tua vita? L’esistenza di Melissa, ricercatrice universitaria, scorre tranquilla fino a quando, un giorno, acquista un iPad a un’asta. Su quel tablet trova parecchi file del precedente proprietario e soprattutto tantissime foto: paesaggi marini, scorci urbani, particolari architettonici. Affascinata da quelle immagini, Melissa inizia una ricerca su internet che la porta fino al profilo Facebook di un certo Leon de Rouc. La ragazza non resiste alla tentazione e invia una richiesta di amicizia. Riccardo Ferraris, alias Leon de Rouc, vive a Torino ed è un programmatore con il pallino per la fotografia. È bello, ricco, ha una relazione stabile, ma la sua vita è perfetta solo all’apparenza. Quando per gioco accetta l’amicizia di Melissa, tra i due comincia una fitta corrispondenza online, che nasce come pura evasione, ma diventa ben presto ossigeno per entrambi, una droga dolcissima a cui nessuno dei due può rinunciare. E se a un tratto la realtà irrompesse in quella relazione virtuale? Dopo il successo di Buonanotte amore mio arriva una nuova brillante commedia dalla quale sarà impossibile staccarsi.

Mini-recensione
Peccato. Avevo aspettative altissime su questo libro, perché avevo letto recensioni positive in ogni dove e quindi mi sono fidata di tutto quel fiumare di gente che lo ha valutato super-positivamente. E' il primo che leggo di Daniela Volontè e ciò che mi ha attirato di più è stata la copertina (un po' deviante - okay, forse un po' troppo deviante - perché sembra quasi un chick-lit). Ho impiegato qualche mese a leggerlo, perché nel lungo andare ho capito che la storia non faceva per me. Però sono riuscita ad arrivare alla fine. Non so, forse, sarà anche colpa mia e della mia avversione verso certi personaggi maschili, ma il nostro Leon de Rouc mi è sembrato orientato un po' troppo su Christian di "50 sfumature" in versione soft. I messaggi che si scambiano i due personaggi nella prima parte della storia sono troppo costruiti e confidenziali sin dall'inizio, a mio avviso. Ma è probabile che anche questo sia un fattore che riguardi il lato soggettivo e il gusto personale.
Quello che non mi ha convinto: il primo incontro "fisico" tra i due. Si vedono per la prima volta (ufficialmente) e dopo il primo sguardo, track! XD vabbè che era più di un anno che si scambiavano messaggi continui, però insomma... :/ Il personaggio di Bianca mi è parso troppo inverosimile per essere vero. Mi dispiace, ma il finale non mi ha convinto per niente.
Passo all'oggettività e parlo dello stile: semplice e senza troppe pretese che rende il tutto abbastanza scorrevole.
Davvero un peccato, perché dalla trama mi ispirava tantissimo. Soprattutto il fatto del tablet smarrito...che poteva essere gestito in modo diverso.
Osservazione sul prologo: avrei preferito leggere qualcosa in più delle dieci righe destinate all'apertura del romanzo.
Ho apprezzato l'idea fino a metà libro, ma in seguito a degli avvenimenti ben precisi mi è sembrato quasi di leggere un'altra storia e ha perso quel tocco unico e "stuzzicante" che aveva dal principio.
Detto ciò, proverò comunque a leggere un altro romanzo di questa autrice.


e 3/4





TitoloL'abbazia dei Cento Peccati
Serie: Codice Millenarius Saga #1
Autore: Marcello Simoni
EditoreNewton Compton
Genere: Narrativa (Storica)

Pagine: 391
ASIN: B00JLWM7X6
Data di uscita: 3 luglio 2014
Prezzo: 3,99€ (ebook) - 5,90€ (copertina rigida) - 4,90€ (flessibile)

Trama
Cosa si nasconde dietro una reliquia di cui solo un monaco conosce il segreto?
È l’agosto del 1346, quando il valoroso Maynard de Rocheblanche, sopravvissuto a una disfatta militare, entra in possesso di una pergamena con un enigma vergato. Quell’oscuro testo fa riferimento a una reliquia preziosa, avvolta nel mistero, il
Lapis exilii. Sono molti coloro che hanno interesse a impossessarsene, primi fra tutti un ambizioso cardinale di Avignone e il principe Karel di Lussemburgo, desideroso di farsi incoronare imperatore. Per non far cadere l’inestimabile documento in mani sbagliate, Maynard sarà costretto a fuggire. Si recherà prima a Reims, presso la sorella Eudeline, badessa del convento di Sainte-Balsamie, poi nell’abbazia di Pomposa. Proprio lì avverrà il fortunato incontro con l’abate Andrea e il giovane pittore Gualtiero de’ Bruni, insieme ai quali proverà a scoprire la verità sulla reliquia. L’unico a conoscerla, tuttavia, è un monaco dall’aspetto deforme, che ha carpito il segreto del Lapis exilii da un luogo irraggiungibile, il monastero di Mont-Fleur…

Mini-recensione
E' il primo romanzo che leggo di Marcello Simoni e sono rimasta molto colpita dal suo stile ricercato. Era tanto tempo che non mi imbattevo in un romanzo storico scritto in epoca moderna in cui l'ambientazione, lo stile di scrittura e i dialoghi dei personaggi riuscissero a "ingannarmi" e a farmi credere che fosse stato scritto in un'altra epoca, magari proprio in quella descritta all'interno del romanzo. E questo è uno di quei rari casi. Non so se sono riuscita a rendere l'idea, ma durante la lettura mi è parso di trovarmi all'interno del libro e di assistere in prima persona agli avvenimenti resi ancora più credibili dalle parole e dal gergo antiquato usato dall'autore.
In alcune parti l'ho trovato un po' lento, a rigor del vero; si perde troppo in descrizioni che fanno da sfondo alla storia e che sono quasi del tutto inutili alla sequenza narrativa o alla ricerca del tanto nominato Lapis Exilii. Anche se credo siano state introdotte per creare ancora più suspense e rallentare il ritmo veloce al quale ci troviamo di fronte a circa metà libro. Di certo non ci si annoia perché i capitoli sono intrecciati in modo da alternare le vicende dei personaggi principali, come Maynard, sua sorella Eudeline (messa a dura prova dai tradimenti, da un omicidio all'interno del suo stesso convento e anche da un sentimento nuovo e profondo), il Cardinale di Avignone e i suoi loschi piani...
Avvincente e ben scritto.
Difetto oggettivo: fa parte di una serie che poteva benissimo essere sviluppata in un unico libro.
Consigliato per chi, come me, ama i thriller/gialli storici.



1/2


Queste sono le mie opinioni su queste tre storie (molto diverse tra loro). Le avete lette? La prima mi è piaciuta, purtroppo la seconda un po' meno e la terza mi ha molto sorpreso. Ma ripeto quello che scrivo sempre nelle recensioni che pubblico: ogni opinione è diversa dall'altra perché i punti di vista, i gusti, le aspettative e i parametri soggettivi cambiano. Quindi un libro che a me non è piaciuto non è detto che ad altri non possa piacere. E vice versa.
Fatemi sapere le vostre opinioni, mi raccomando!
Un saluto e a presto,
Tania ♥

4 commenti:

  1. Io di Lucrezia Scali devo assolutamente leggere La distanza tra me e te *-* Eppure lo sai che questo romanzo di Daniela Volonté mi ispira da tempo? Anche per la tua recensione negativa ;D
    Oh oh quanto mi piace L'abbazia dei Cento Peccati *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che quello della Volonté ti piaccia! Purtroppo a me la storia da metà libro non è piaciuta per niente. :( E dire che era cominciato bene.
      Uhhh sì! L'abbazia dei Cento Peccati mi è proprio piaciuto! Il secondo un po' meno. :/

      Elimina
  2. Concordo con te sui primi due romanzi, mentre il terzo non l'ho letto, ma tutto sommato mi intriga!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me quello di Simoni potrebbe piacerti! ^^

      Elimina