venerdì 26 giugno 2015

[Recensione] Alice from Wonderland di Alessia Coppola

Buongiorno-quasi pomeriggio!
Finalmente riesco a pubblicare la recensione di questo libro. Non ci credo che è più di un mese che non scrivo una recensione! Perdindirindina, come passa il tempo! Sono scusata se vi dico che ho finito di scrivere il nuovo romanzo, sono impegnata in ben due editing (di quello nuovo e della versione aggiornata de La Pergamena del Tempio) e sto preparando un esame gigantesco????? Ma non mi dilungo in altri cincischiamenti! XD Vi presento subito questo romanzo carinissimo!


Titolo: Alice from Wonderland
Autore: Alessia Coppola
Editore: Dunwich Edizioni
Genere: Fantasy

Pagine: 279 (ebook) - 250 (cartaceo)
ISBN: 978-8898361670
ASIN: B00WGKGD44
Data pubblicazione: 20 aprile 2015
Prezzo
€ 2,99 (ebook) - € 8,42 (cartaceo)
Amazon

Trama 
Cosa accadrebbe se Alice varcasse la dimensione di Wonderland?
Quanto labile diverrebbe il confine tra lucidità e follia?
Una strega, un sortilegio e un libro sono il principio di tutto.
Alice non è più la bambina sprovveduta che vagheggiava tra labirinti di carte. È una giovane innamorata, alla ricerca della propria identità. Per trovarla viaggerà nel tempo e oltre il tangibile.
Scrittori, scienziati, circensi e matti sono i suoi compagni in uno straordinario viaggio verso una meta impossibile.
Sottomondo non è mai stato così sopra.
Che la magia abbia inizio, la tana del coniglio vi aspetta. 

Recensione 
Tutto accade a Londra. Una ragazza cammina per le strade della città senza ricordarsi niente del suo passato. La memoria non le suggerisce neanche un indizio utile a farle capire chi è e da dove viene. Ma lei è Alice da Wonderland. Solo che lo ha dimenticato.
Fortuna che due coniugi benestanti decidono di prenderla con sé, ospitandola nella loro casa. Anche se non fanno mancare nulla ad Astrid - è così che la chiamano in onore della loro bambina scomparsa - lei sente che quello non è il suo posto. Il richiamo degli altri suoi amici di Wonderland è troppo forte. Ne incontra uno proprio durante la sua breve visita in una sartoria, per l'acquisto di qualche vestito nuovo (corredato da un cappellino). In quel negozio, si imbatte in uno strano ragazzo dai capelli rossi e dagli occhi di colore diverso: Edmund, il Cappellaio.
Da quel momento in poi è ossessionata dal suo volto, talmente tanto da vederlo ovunque. Ma, quando ritorna al negozio per cercare di parlargli, con una scusa qualsiasi, non lo trova più lì. Edmund se n'è andato. Così Astrid-Alice, dopo aver scoperto delle inquietanti informazioni sul suo conto in una breve conversazione tra i due coniugi che l'hanno accolta in casa, scappa, alla ricerca del ragazzo.
In questa sua fuga, senza saperlo, si imbatte anche in altri abitanti di Wonderland. Il primo è Algar (il Brucaliffo) che tenta di manipolare la sua mente affinché Alice si innamori di lui.
Tutto cambia, quando lei rincontra di nuovo Edmund. Con un suo tocco riesce a ricordarsi chi è.
È da qui che cominciano le vere avventure di Alice ed Edmund, alla ricerca degli altri componenti dell'allegra combriccola, tra cui il pimpante e ingegnoso Rupert, il Bianconiglio. Però una domanda li assilla: come sono giunti in quella città chiamata Londra?
Insieme scopriranno di essere usciti direttamente dal libro scritto da Lewis Carroll per sua volontà. 
Grazie ai preziosi consigli di nientepopodimeno che Nikola Tesla, riusciranno a tornare indietro nel tempo tramite una Temporeggia per scoprire come trovare la dimensione del Paese delle Meraviglie. 
Ma non è tutto, perché Rupert inventerà anche una strana versione di dirigibile (più una nave volante in realtà) per arrivare fino in America dal suo amico Tesla, nel tentativo di chiedergli ancora una volta aiuto. Ma Algar cercherà in tutti i modi di impedire il loro ritorno a Wonderland e di conquistare Alice, una volta per tutte, animato dal pensiero “O me o nessun'altro".
È stato davvero un viaggio avventuroso, pieno di sorprese e intrighi architettati dal Brucaliffo, il cattivo della situazione. Ho sentito molto la mancanza della Regina Rossa e del suo "Tagliatele la testa", ma in questo libro la Regina è Alice: tutto ruota attorno a lei.
Ho adorato il personaggio di Rupert e il suo buffo modo di esprimersi e bisticciare con il Cappellaio, ma anche le sue invenzioni futuristiche perché infondono una stupenda atmosfera steampunk, sul genere "La macchina del tempo" o "John Carter di Marte". E l'introduzione di Nikola Tesla è stata un vero colpo di genio! Complimenti ad Alessia! È riuscita a farmi sognare ad occhi aperti!


Valutazione
Copertina: 8
Trama: 7
Stile: 7.5



Voi che mi dite? Vi ispira? Lo avete letto? Io ve lo stra-consiglio!
Un saluto,
Tania

15 commenti:

  1. Sembra davvero bellissimo!! *-* Spero di riuscire a leggerlo presto... adoro i retelling, soprattutto quelli di Alice nel paese delle meraviglie <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente! *___* Te lo consiglio! ^^

      Elimina
  2. Mi sembra un sacco carino, l'ho puntato da un bel po'! :D Credo proprio che prima o poi lo leggerò.. prima devo sfoltire un po' di arretrati, però XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah! Gli arretrati! I miei credo non finiranno maaaai! ^^

      Elimina
  3. Ho sensazione che lo leggerò presto.. mi ispira troppo *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) Secondo me potrebbe piacerti questa versione di Alice!

      Elimina
  4. Ciao Tania! Pure io l'ho recensito oggi :3 mi è piaciuto tantissimo come libro, la storia è piena di colpi di scena e mi è piaciuto lo stile della scrittura. <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho visto! :)
      Molto molto carino! La lettura non annoia, forse un pochino all'inizio, quando Alice non si ricorda chi è, ma poi è comincia l'avventura! ^^

      Elimina
  5. Son contenta che sia piaciuto anche a te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) Mi sa che mi sono persa la tua recensione! Vado a sbirciare!

      Elimina
  6. L'ho letto e mi è piaciuto tantissimo :D

    RispondiElimina
  7. Io spero di riuscire a metterci le mani sopra al più presto perché mi incuriosisce parecchio e ogni recensione che leggo mi fa venir ancora più voglia di recuperarlo! *_*

    RispondiElimina